first_image

Comune di

Carcare

Calendario eventi
<< Marzo 2019 >>
L M M G V S D
25 26 27 28 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Sala D Museo Barilli


Sala A Sala B Sala C Sala D

ImmagineImmagineImmagineImmagine

SALA D

Immagine
Qui si trova la ricostruzione della sua camera da letto, arredata con la mobilia originale (la stanza all'epoca dava sulla facciata anteriore della Villa).
Partendo dalla parete destra, sulla quale si aprono due finestre, si trova una vetrinetta contenente i cappelli usati da Barrili e perfettamente conservati: la bombetta, il cilindro, due pagliette ed un copricapo da rettore.

Proseguendo, troviamo,sistemati su una toilette, una serie di boccette di profumi, creme, tinture per capelli, pettini e spazzole. Alcuni di questi sono ancora confezionati e provenivano, per lo più, da Parigi.
Nel portaombrelli sono stati sistemati i bastoni che Anton Giulio utilizzava negli ultimi anni della vita. Contro la parete adiacente, nella quale si apre il passaggio ad un'altra sala, è stato sistemato il guardaroba di Barrili contenente vari capi d’abbigliamento: le camicie con le sue iniziali, le giacche, i gilet, i colletti, i davantini ed altro.

ImmagineImmagine
A fianco del letto si trova un comò dove si possono ammirare le sue pipe, il tabacco e dei sigari, essendo Barrili un accanito fumatore. Inoltre si può vedere il comodino con il libro e una lettera, che egli solitamente leggeva la sera prima di addormentarsi, e le sue ciabatte.
Dall'altro lato del letto vi è un bidet, poco consueto all'epoca.

E’ stato inoltre ricostruito un angolo di cucina, dove trova posto un tavolo apparecchiato per una persona; si narra che Barrili si sentì male proprio durante il pasto e le nipoti conservarono l’ultimo tovagliolo utilizzato dallo zio.