first_image

Comune di

Carcare

Calendario eventi
<< Maggio 2019 >>
L M M G V S D
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Sala A Museo Barilli


Sala A Sala B Sala C Sala D

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Sala A

Qui è situato lo studio di A.G. Barrili; i mobili alle pareti sono originali e contengono i libri scritti e appartenuti ad Anton Giulio, ricostruendo così la sua biblioteca personale.
Nello scaffale A troviamo i libri più antichi, risalenti al 1700, mentre nello scaffale H sono stati sistemati tutti i libri scritti dal Barrili.
Da segnalare nello scaffale H:
  • nel quarto palchetto: una serie di romanzi rilegati in rosso che comprendono due libri ciascuno, in quanto edizioni particolari;
  • nel quinto palchetto: alcune edizioni in lingua straniera tradotta in portoghese, spagnolo, cecoslovacco e serbo e altre lingue che testimoniano la sua notevole fama. A titolo di curiosità si ricorda che la traduttrice delle fiabe di Andersen, fosse perdutamente innamorata di Barrili, ma non corrisposta.
  • Nel sesto palchetto sono conservate 14 Cinquecentine, che sono tra i primi libri stampati con caratteri mobil
Immagine

Accanto a queste sono conservati alcuni calendari dell'800.
Nei cassetti di tutti gli armadi presenti sono archiviati alcuni opuscoli catalogati come miscellanee.
Di fronte alla finestra è stata posizionata la scrivania originale del Barrili con alcuni oggetti personali: libri, quaderni di appunti e disegni, la penna, il calamaio, l'inchiostro, la lente, il mappamondo e un servizio da the.
Sono da notare il quaderno del nipote Pier Giulio, corretto personalmente dallo zio, ed alcune caricature disegnate da Anton Giulio nel tempo libero.
A lato è posto il busto di Barrili realizzato dallo scultore Franco Saccomano. L’arredamento dello studio è completato dalla poltrona del Barrili e da una poltroncina posta di fronte alla scrivania. Ai lati della stanza ci sono due oleografie raffiguranti figure femminili.

Immagine